fbpx

FAQ

Le risposte alla Tue domande frequenti

Le nostre risposte alle Tue domande di sempre

Come Funziona?

  • Semplice conto corrente abilitato a tutte le operazioni di incasso e pagamento.
  • Online disponibile sempre su PC, iPhone e Smartphone.
  • Radicato in un Paese Europeo: Malta.
  • Osserva le direttive e normative Europee emanate dalla ECB (Banca Centrale Europea).
  • Disponibile per tutti coloro, persone fisiche e aziende, che risiedono in Italia e in Unione Europea.
  • Appartiene al circuito SEPA e ha IBAN (27 caratteri alfanumerici) MT.
  • Accesso a doppio riconoscimento al conto tramite un’Area Riservata o APP sul cellulare.
  • Struttura del conto, semplice e facilmente comprensibile. Situazione economica: DARE, AVERE e SALDO.
  • Carta MASTERCARD prepagata collegata al conto con capienza max 150.000,00 Eur.
  • Servizi disponibili bonifico in uscita, ricarica carta, SDD, assegno circolare elettronico, estratto conto, gestione carte Mastercard

Ho in corso delle segnalazioni a Centrale Rischi con indici pregiudizievoli (protesti e pignoramenti). Posso aprire un conto corrente?

Sì, il conto corrente, le carte, e gli altri servizi disponibili nel conto sono accessibili a tutti, indipendentemente dalla loro situazione finanziaria e/o economica.

Quanto tempo si impiega per aprire il conto?

Normalmente 24/48 ore dalla consegna di tutta la documentazione e firma del contratto.

Il conto corrente può essere oggetto di pignoramento?

L’isola di Malta fa parte del Commonwealth e, dal 21 settembre 1964, è indipendente dall\’Inghilterra.

Il 1 maggio 2004 è entrata a far parte dell\’Unione Europea.

Fino a qualche anno fa, era considerato uno dei paradisi fiscali insieme a Panama e al Baliato di Jersey.

L’ordinamento giuridico di Malta, a prescindere dal diritto comunitario, è stabilito principalmente da leggi del Parlamento (diritto primario) e da atti di diritto derivato o secondario. In qualche caso si utilizzano come riferimento il diritto consuetudinario inglese (“common law”) e gli usi e costumi.

Gli Italiani, sia privati che titolari di P.IVA, in possesso di un conto corrente a Malta o in altro Paese Estero, sono comunque obbligati, almeno in linea teorica, a dichiarare l’esistenza del conto e i fondi ivi depositati, nel riquadro RW, nel modello della dichiarazione dei redditi.

In linea teorica, pignorare un conto corrente aperto a Malta è comunque possibile, nonostante risulti oggettivamente più difficile effettuare i dovuti controlli.

A questo proposito, è necessario chiarire che, in presenza di una situazione debitoria persistente quando il creditore è un privato o una azienda, il procedimento esecutivo (pignoramento) deve essere effettuato tramite la procedura di rogatoria internazionale e può impiegare più tempo del previsto, una maggiore fatica oltre ad una spesa ingente. Tutto, sempreché il creditore abbia contezza e conoscenza ove il debitore abbia radicato il conto corrente ovvero ne conosca lo stato, la banca e le coordinate.

Se il creditore fosse lo Stato Italiano, la norma in vigore tra i membri dell’Unione Europea, prevede uno scambio di informazioni tra i funzionari delle autorità Nazionali deputate al recupero dei crediti tributari. In teoria quindi ma, solo tra i Paesi dell’unione Europea, non è da escludere una cooperazione fra l’Agenzia delle Entrate Italiana Servizio Riscossine e lo stato UE dove il debitore risulti avere un rapporto di conto corrente. Naturalmente il tutto dipende sempre dall’entità del debito, ovviamente.

Si può avere uno scoperto di conto (fido)?

NO, il conto non è predisposto per avere un fido ovvero non è predisposto per avere un saldo negativo.

Oltre ai costi di gestione ci sono altri costi?

No, su questo tipo di conto non esistono costi dovuti a sconfinamento, penali per scoperto o per valuta, commissioni di massimo scoperto, costi derivanti da imposte o bolli o recupero di spese postali.

Quali sono allora i costi che vengono applicati?

Il listino prezzi è riportato nel foglio informativo, disponibile nell’Area Documenti ed è elaborato per ogni singolo prodotto.

L’Istituto applica i seguenti prezzi:

  • Attivazione (una tantum irripetibile)
  • Annual Fee (periodica annuale anticipata)
  • Commissioni su operazioni di incasso e pagamento

Che cosa devo fare una volta forniti tutti i documenti?

Dopo aver compilato tutti i moduli predisposti e forniti i documenti verrà avviata l’istruttoria documentale.

Riceverà per E-Mail il contratto dell’Istituto in formato PDF.

Dopo aver letto attentamente tutte le condizioni dovrà contattare il suo referente per la sottoscrizione del contratto.

L’Istituto comunicherà l’attivazione del conto tramite E-Mail fornendo le credenziali di accesso.

Nelle E-mail che riceverà avrà anche un foglio PDF dove saranno riportati i codici di sicurezza per effettuare le operazioni di pagamento e accesso “TOKEN”.

Il TOKEN le consigliamo di salvarlo e di non fornire mai a nessuno i codici in esso contenuti.

Se non lo ritrovo o smarrisco il TOKEN come posso fare per averne un altro?

Nella sua Area Riservata è disponibile una procedura che le permette di rigenerare il TOKEN ed averlo immediatamente disponibile?

Ma se ho smarrito il TOKEN come faccio ad entrare nella mia Area Riservata, essendo indispensabile per l’accesso?

Nessun problema il sistema, in alternativa, le fornisce il Codice di Sicurezza utilizzando l’invio di un SMS al numero di cellulare che Lai ha forniti in fase contrattuale.

Come viene attivato il conto?

L’attivazione del conto avviene tramite invio di E-mail al suo indirizzo di posta fornito in fase contrattuale.

Dove devo richiedere la Carta Mastercard?

La Carta Mastercard può richiederla, dopo l’attivazione del conto corrente, utilizzando la Sua Area Riservata per l’accesso al conto.

Come viene attivata la carta Mastercard?

La carta Mastercard viene attivata tramite l’invio di un SMS sul numero di cellulare che ha fornito in fase contrattuale. Le ricordiamo che nel messaggio le verrà inviato anche il codice PIN che poi potrà utilizzare per effettuare prelievi e pagamenti con la sua carta Mastercard.

Come e quando riceverò la carta Mastercard?

La carta Mastercard la riceverà tramite posta.

Se non dovesse riceverla entro 20 giorni lavorativi le consigliamo di farlo presente al suo referente di zona.

Come posso effettuare i versamenti nel conto?

Si possono effettuare versamenti nel conto, solo per contanti, utilizzando qualsiasi sportello italiano (agenzia/filiale) di banca o ufficio postale. In alternativa si possono utilizzare i Sales Point autorizzati disponibili nel territorio Italiano.

Il versamento va effettuato tramite bonifico bancario a valere sul proprio conto.

Posso versare assegni bancari o circolari?

No al momento questo servizio non è disponibile.

Si possono pagare gli F24?

No al momento questo servizio non è disponibile.

Si possono addebitare con SDD le bollette energetiche, telefoniche, acqua, gas?

No al momento questo servizio non è disponibile. Il conto non supporta addebiti con importi variabili.

Si possono addebitare con SDD le rate di un prestito, del mutuo, dell’acquisto di un bene o servizio?

Sì, se la rata ha un imposto costante nel tempo.

Quante Carte MASTERCARD possono essere abbinate al conto?

Si può abbinare 1 una carta MASTERCARD se privati, se Titolari di P.IVA si possono abbinare più carte fornendo per ogni carta i dati dell’utilizzatore ed i relativi documenti di identificazione.

L’Istituto può autorizzare, su specifica richiesta più carte abbinate al conto.

Quali sono i massimali della Carta MASTERCARD?

Importo massimo Carta MASTERCARD Euro 150.000,00

Massimali del Conto per persone fisiche?

Importo massimo Conto Corrente Euro 30.000,00. Su richiesta e fornendo adeguata documentazione può diventare illimitato.

Massimali del Conto per titolari P.IVA e Aziende?

  • Standard importo massimo Conto Corrente Euro 250.000,00.
  • Over illimitato.

Posso avere un carnet assegni?

NO, non è previsto carnet assegni

Quanto posso prelevare giornalmente?

Conto Euro 500,00 per 3 volte (Euro 1.500,00)

Mastercard Euro 250,00 per 3 volte (Euro 750,00), per ogni carta posseduta

Quanto posso prelevare mensilmente?

Euro 20.000,00

Si possono effettuare addebiti sul conto SDD?

Sì, solo se sono importi costanti. Non possono essere addebitati importi periodici diversi l\’uno dall\’altro (utenze energia, telefonia, gas, ecc.)

Si possono effettuare pagamenti ricorrenti?

Sì, si possono autorizzare sul conto, pagamenti ricorrenti periodici con importo costante nel tempo

Il conto deve essere dichiarato nella denuncia dei redditi?

Sì il conto va dichiarato nella denuncia dei redditi, quadro RW

Posso emettere assegni circolari in pagamento?

Sì il conto è predisposto per l’emissione di assegni circolari elettronici.

Apri la chat Whatsap
Hai bisogno di aiuto? Eccomi...
Ciao sono Alberto Pay Italia - Agenzia Servizi Pagamento Comunitari. Cosa posso fare per Te? Trovi tutte le info su https://payitalia.it/faq-domande-frequenti-sui-conti-correnti-iban-estero FAQ Domande Frequenti sui Conti Correnti IBAN Estero